GARY WIGGINS

Nato e cresciuto a Detroit (Michigan), Gary Wiggins è un sassofonista dalla lunga e fortunata carriera. E’ conosciuto per il suo tono morbido e per il suo personalissimo stile appassionato, caldo e vivace con cui suona il tenore Lupifaro. Gary ha viaggiato ovunque, portando con sé il suo stile personale e l’influenza musicale della sua cultura. Da venticinque anni vive in Europa, dove si è esibito in innumerevoli festival, jazz e blues club, e molti eventi privati, televisivi e radiofonici, cinematografici, nei teatri. All’età di quattordici anni diventa membro della Bobo Jenkins Blues Band di Detroit; nel frattempo Gary guadagna la reputazione di leggenda, e viene definito dalla stampa “il dio del Blues”, l’uccello del paradiso. Altri musicisti come Till Brönner o Tommy Schneller si riferiscono a Gary come al loro mentore ed ispiratore!
Gary Wiggins registra il suo primo 45 giri all’età di diciassette anni con la band “The Impacs”. Gli Impacs suonavano come spalla per diversi gruppi vocali del Detroit Michigan R&B. Dopo tournées con “The Dramatic” ed esibizioni all’Apollo Theater di Harlem, al T.P. Warner Theater di Washington D.C., e tour a Panama e nella costa orientale del Nordamerica, Wiggins si sposta verso ovest e resta in California per cinque anni. In questo periodo suona con Eddie “Cleanhead” Vinson, Johnny Heartsman, Roy Brown, Big Mama Thorton e molti altri musicisti della West Coast. Il suo secondo disco “A pair and a spare”, registrato insieme a Jimmy Scott, è del 1973. Nel 1982 Gary trascorre un anno sulla scena del blues di Chicago, dove suona nelle band di Lefty Dizz, di Sunnyland Slim, di Johnny Littlejohn, Sugar Blue, Robert Covington e Christian Ranneberg, con cui ha fondato l’International Blues Duo (IBD). Si esibisce regolarmente al Kingston Mines, al B.L.U.E.S., e al The Playboy Club.
A partire dal suo trasferimento in Europa, nel 1983, oltre a suonare in concerti a festival e nei jazz club, va in tour con Arnett Cobb, Screaming Jay Hawkins, Johnny Copeland, Big Jay McNeely (Legendary Saxomania Tours) , Angela Brown, Jeanne Carroll, Johnny Heartsman, Ingrid Arthur (The Weather Girls), Katie Webster; divide il palco con Scott Hamilton, suona con il Ray Charles Show due volte… Gary si esibisce nel leggendario A-Trane Berlin da più di venti anni: ha suonato con Angela Brown, Francisca Urio, Jeanne Caroll, Till Brönner, Wynton Marsalis, James Carter, The Latonious, Bryan Berry, Didier Dorise, Sydney Ellis, Dorrey Lyles, Nina Hill, Liz Hope, Ingrid Arthur, Frederik Tuxx, Guitar Crusher e molti altri grandissimi cantanti e musicisti. Sono innumerevoli i concerti in più di venti anni al Yorkschloesschen and Badenscher Hof Jazz Club, dove ci sono fotografie di Gary ovunque. Lui e la sua band hanno suonato tributi a Michael Jackson, Grover Washington, Stevie Wonder e James Brown. L’International Blues Duo ha prodotto e pubblicato tre album e Wiggins ha inciso anche con Johnny Heartsman, Bobby McFerrin, Angela Brown, Eb Davis, Klaus Lage, Roy Gaines, oltre a registrazioni live con Big Jay McNeely e tre cd con il Detroit Gary Wiggins Group.
Gary è apparso in numerose compilation con John Lee Hooker o Louisiana Red. Nel 2001 è stato premiato con il prestigioso Berlin Jazz and Blues Awars. Gary Wiggins è membro del consiglio dell’Institute for Cultural Diplomacy di Berlino e di New York, e direttore del programma di musica, bandleader e fondatore del The Very Soulful Tenors Show con Fuasi Abdul Khaliq e Ray Blue. Nel 2008 Gary è stato invitato alla Harvard University a raccontare la propria storia e quella del Blues e del Jazz in Europa.
Ha portato a Parigi lo show Saxman And The Divas, in una performance di cinque settimane al Quai du Blues con Angela Brown, Queen Yahna, Jeanne Carroll e non solo. Da allora, Gary Wiggins è diventato una star dei locali notturni parigini, dal Caveaux de la Huchette ai leggendar jazz club di St. Germaine des Pres. Gary Wiggins e il suo tenore hanno affascinato il mondo intero, da Tokyo a Parigi, da Italia a Panama, alla Svizzera, le Hawaii, Amsterdam, la Danimarca, l’Inghilterra, la Grecia, San Francisco, Chicago, Sacramento, New York, Detroit, e praticamente ovunque in Francia e Germania. Il suo ultimo progetto è “The Soul of Blues and Jazz”… e ne seguiranno molti altri ancora, al famoso A-Trane Jazz Club di Berlino.